Guerrina Piscaglia: il prete congolese condannato a 27 anni per omicidio

Condividi!

E’ stato condannato dalla corte d’assise di Arezzo a 27 anni padre Graziano Alabi, il frate congolese accusato dell’omicidio volontario e della soppressione del cadavere di Guerrina Piscaglia. La donna scomparve il primo maggio del 2014 da Ca Raffaello, nell’Aretino. Il corpo non è mai stato trovato.

La corte d’Assise di Arezzo ha così accolto la quantificazione della pena richiesta del pm Marco Dioni. Il religioso era presente in aula ed è rimasto impietrito alla lettura della sentenza.

Una delle tante risorse che il Vaticano importa in Italia spacciandoli per ‘cristiani’. Ma la natura vince sempre.

Comunque, che per un omicidio si venga condannati solo a 27 anni è ridicolo.




Lascia un commento