Prete attivo in accoglienza profughi: “Devo palpeggiarti per liberarti dal demonio”

Condividi!

Riti e benedizioni per “cacciare il demonio”, ma in quel frangente il sacerdote palpeggiava le fedeli.

Con queste accuse, padre Salvatore Anello, noto parroco “esorcista” di Palermo, è stato arrestato per violenza sessuale.

59 anni, frate cappuccino, molto impegnato nell’accoglienza dei ‘migranti’, avrebbe approfittato di due donne e tre minorenni che si erano rivolte a lui per allontanare il demonio.

Nella vicenda è coinvolto anche un ufficiale dell’esercito, Salvatore Muratore, in servizio alla caserma Turba: tra i più attivi sostenitori della comunità del Rinnovamento nello Spirito Santo, avrebbe anch’egli approfittato di alcune fedeli sostenendo di essere in grado di fare “preghiere di guarigione”, e invece le avrebbe molestate.
Alle loro proteste rispondeva: “È il diavolo che ti fa parlare”.




Lascia un commento