Gorizia: zampa maiale per allontanare bivacchi islamici

Condividi!

Una zampa di maiale abbandonata da una mano ignota su una panchina di marmo, in pieno centro. A Gorizia. Per impedire il solito assembramento di Pakistani.

Non è infatti una panchina qualsiasi. È una delle tre quotidianamente occupate dai richiedenti asilo che sfruttano l’arredo urbano per fruire più comodamente della rete wi-fi comunale gratuita. Devono chiamare le fidanzate lasciate in mezzo alla guerra inesistente di Islamabad.

E a portare in aula la questione dei bivacchi di finti profughi sarà un consigliere della stessa maggioranza che sostiene il sindaco Ettore Romoli, il forzista Francesco Piscopo: “È diventata consuetudine per i richiedenti asilo “bivaccare” tutto il giorno nella zona pedonale tra via Garibaldi e corso Verdi, per utilizzare il wi-fi comunale “Guglielmo” o qualche altra connessione wireless libera dei locali nei dintorni”.




Lascia un commento