CETA è fallita grazie alla Vallonia

Condividi!

E’ fallito il tentativo di mediazione per arrivare a un’intesa con la Vallonia (regione del Belgio con le Fiandre) sull’accordo di libero scambio Ue-Canada, il Ceta. Lo ha annunciato il ministro canadese del commercio Chrysta Freeland, parlando di “fine e fallimento delle discussioni con la Vallonia” mentre lasciava la sede del governo regionale a Namur. “E’ un’opportunità mancata”, ha dichiarato, dicendosi “molto delusa”.

“Nel corso degli ultimi mesi, abbiamo lavorato molto con la Commissione e gli stati membri, ma sembra evidente che l’Ue non è in grado ora di avere un accordo internazionale, nemmeno con un Paese che ha dei valori così europei come il Canada, nemmeno con un Paese così gentile, così paziente”, ha detto la ministra Christya Freeland sull’orlo delle lacrime.

“Il Canada è deluso, io sono personalmente molto delusa, ho lavorato molto molto duramente” ma ora “abbiamo deciso di ritornare a casa, sono davvero molto molto triste, e domattina sarò a casa mia con i miei tre figli”, ha aggiunto, distrutta.

I cittadini delle nazioni europee ringraziano i cittadini valloni, che hanno avuto la possibilità, a differenza loro, di bocciare questo osceno trattato, avanguardia del TTIP e ora ennesima battuta di arresto della Globalizzazione.




Lascia un commento