Schiapparelli è morto: euro-sonda precipitata su Marte



Il lander Schiaparelli della missione UE ExoMars è precipitato sul suolo di Marte ad una velocità. I suoi retrorazzi, infatti, hanno funzionato soltanto per tre secondi, dopodiché il computer di bordo li ha spenti. Lo ha spiegato Paolo Ferri, direttore delle operazioni di volo delle missioni dell’Agenzia spaziale europea.

“I dati che abbiamo – ha ribadito Ferri – dicono che la sequenza di atterraggio ha funzionato fino al distacco dello schermo posteriore del paracadute. A quel punto l’accensione dei retrorazzi ha funzionato solo per tre secondi, poi il computer di bordo ha deciso di spegnerli”. A quel punto Schiaparelli si è ritrovato con i razzi spenti e “supponiamo che sia semplicemente caduto”.



Lascia un commento