PIACENZA, PROFUGHI BLOCCANO VEICOLI: “STIPENDIO IN RITARDO” – VIDEO

Condividi!

La situazione è ormai sempre più fuori controllo. Tra violenze e requisizioni forzate di hotel per ospitare i giovani maschi africani.

img_72584_121905

img_72584_121906

A Piacenza, questa mattina, cosiddetti profughi hanno “occupato” una strada e bloccato i veicoli di passaggio. E’ accaduto sulla strada “Cementirossi” che collega il Bagnolo a Niviano, nel territorio del comune di Vigolzone. Il gruppo di richiedenti asilo, alloggiati presso l’agriturismo “C’era una Volta” – che attualmente ne ospita una ventina – hanno scelto di “occupare” un tratto di strada, impedendo il passaggio dei mezzi. La strada, essendo larga e rettilinea, è tra le più pericolose della zona: auto e moto sfrecciano sulla Cementirossi superando i 100 chilometri all’ora. I profughi hanno impedito il passaggio dei mezzi.

Qualche autista – la strada è frequentata soprattutto da camion e trattori –, esasperato, ha forzato il posto di blocco. Sul posto sono intervenute tre pattuglie dei carabinieri di Pontedellolio, Pontenure e Piacenza.

«Non riceviamo da un mese il nostro Pocket Money», hanno detto ai carabinieri, lamentandosi anche del vitto dell’agriturismo che li ospita. I gestori della struttura erano presenti al momento della protesta e hanno provato a spiegare che da tempo non ricevono più fondi per l’accoglienza dei richiedenti asilo. Ecco spiegato perché i giovani non ricevono più la diaria giornaliera prevista dal sistema di accoglienza renziano.




Lascia un commento