La mattanza continua: Gemelli e mamma morti per parto

Condividi!

I tagli renziani alla sanità continuano a fare morti. La Procura di Catania ha aperto un’inchiesta sul caso di una 32enne morta il 2 ottobre, dopo due giorni di ricovero, all’ospedale Cannizzaro, dopo un aborto spontaneo di due gemelli alla 19esima settimana di gravidanza, con procreazione assistita in un’altra struttura. Dopo la denuncia dei familiari, la procura ha trasferito la salma in obitorio bloccando i funerali e sequestrando la cartella clinica. Disposta l’autopsia sul cadavere.

Intanto, i soldi risparmiati dai tagli alla sanità e chiudendo i punti nascita vengono utilizzati per crearne sulle navi della Marina:

sbarchi-parto-445x270




Lascia un commento