Comune regala case e sgravi fiscali a terroristi islamici: se si pentono

Condividi!

La storia dell’autolesionismo europeo, si arricchisce di un nuovo inquietante capitolo. Una città svedese sta prendendo in considerazione l’idea di offrire ai tagliagole di ritorno da Siria e Iraq alloggio gratuito, patente di guida e benefici fiscali per facilitare il loro reinserimento. La firma in calce alla delirante proposta è quella di Anna Sjöstrand, coordinatore comunale delle politiche contro l’estremismo violento nella città di Lund, nel sud della Svezia.

“Ci possono essere critiche, ma credo che dovrebbero ottenere lo stesso tipo di aiuto che ricevono gli altri che cercano aiuto da noi. Non possiamo dire che perché hai fatto una scelta sbagliata, non hai diritto di tornare a vivere nella nostra società”, ha dichiarato Sjöstrand alla Swedish Sveriges Radio, replicando ai tanti che sulla rete l’hanno ricoperta di insulti, accusandola di non avere rispetto per le vittime del fondamentalismo salafita.

Eurofollia: in Svezia si incartano “regali” per i jihadisti




Lascia un commento