Assume un profugo: lui lo rapina con un complice, irruzione in casa

Condividi!

Ennesima vittima della propaganda dei media di distrazione di massa. Un piastrellista tedesco che aveva deciso di assumere un profugo, aderendo ad un programma voluto dal governo di Mama Merkel, è stato derubato pochi giorni dopo l’assunzione dallo stesso neo-dipendente e da un altro profugo.

Come scrivono i media tedeschi è avvenuto a Redwitz, in Alta Franconia, quando due ladri mascherati – i richiedenti asilo siriani – di 22 e 23 anni hanno fatto irruzione nell’appartamento del datore di lavoro di uno di loro usando gas lacrimogeni. Lo hanno poi ammanettato e derubato diverse migliaia di euro e gioielli. Del resto hanno sviluppato queste ‘abilità’ in guerra. Perché non l’hanno subita, l’hanno ‘vissuta’.




Lascia un commento