*GIORNALISTA STUPRATA DA GRUPPO DI PROFUGHI A CALAIS*

Condividi!

I profughi colpiscono ancora. Una interprete dell’emittente France 5, che accompagnava un giornalista per un reportage nella “giungla” di Calais, l’accampamento islamico nel nord della Francia, è stata violentata dai clandestini. E’ accaduto la notte scorsa.

A entrare in azione, secondo il racconto della vittima, sono stati tre profughi afgani (pashtun, stessa etnia dei pakistani di Brescia, una etnia di stupratori ‘naturali’). Armati di un coltello avrebbero prima rubato il materiale del giornalista, poi uno di loro avrebbe abusato dell’interprete mentre i due compagni bloccavano l’uomo. I tre stupratori sono ricercati. Un portavoce del canale televisivo ha spiegato che il giornalista e l’interprete stavano lavorando da mesi a un’inchiesta sui minori all’interno del campo di Calais.




Lascia un commento