E’ 140 chili e non trova lavoro: per SEL è discriminazione

Condividi!

“Sei troppo grassa niente lavoro per te”: è quanto si è sentita ripetere più volte, secondo quanto lei stessa racconta sull’edizione fiorentina di Repubblica, Martina, una ragazza pratese di 26 anni. Ha cominciato a soffrire di obesità a 10 anni e ore pesa 140 chili.
Per protesta, dopo aver appreso ,a sua storia, la parlamentare di Sel Marisa Nicchi ha lanciato l’hastag #unlavoropermartina. “Disumano quanto accaduto, aziende si facciano avanti”, afferma Nicchi.

Come sempre, quelli di Sel si inventano finte discriminazioni. Per carità, dire alla ragazza di ‘dimagrire’ sarebbe riduttivo, avrà certamente uno scompenso che le impedisce di farlo, è quindi quasi sicuramente una malattia. Ma non si può obbligare qualcuno ad assumere una persona che pesando 140 chili avrà difficoltà a lavorare. Non tutti i lavori sono finti come quelli di parlamentare.

Stiamo eccedendo sul piano delle ‘discriminazioni’. A breve imporranno di assumere i calvi come testimonial degli shampoo.




Lascia un commento