Fallito tentato golpe in Libia, noi pensiamo alla Lettonia

Condividi!

L’inviato Onu per la Libia, Martin Kobler, ha espresso il suo pieno sostegno alla Presidenza del Consiglio del governo di Fayez al Sarraj definendola l’unica autorità legittima nel quadro dell’accordo politico libico.

“Condanno il tentativo di ieri di assaltare la sede del Consiglio di Stato. Tali azioni volte a creare istituzioni parallele ostacolano l’attuazione dell’accordo politico, genereranno ulteriore disordine e insicurezza e devono terminare per il bene del popolo libico”, scrive l’Unsmil. “L’accordo siglato in Marocco a dicembre 2015 rimane l’unica opzione per una soluzione pacifica in Libia e invito tutti gli attori politici ad appoggiarlo”, ha detto Kobler.

Ieri notte miliziani islamisti fedeli all’ex premier Khalifa Ghwell hanno assaltato i locali della sede del Consiglio di Stato nella capitale prendendo il possesso di alcuni edifici governativi e stabilendo il loro quartier generale all’Hotel Rixos. Sarraj ha chiesto il loro arresto.

Ma la cosa fantastica è che, con il caos sulla porta di casa, mandiamo 140 soldati in Lettonia. Geniale.




Lascia un commento