ANCHE LA CRUSCA CONTRO LA PULIZIA ETNICA DI RENZI

Condividi!

C’è anche Claudio Marazzini, Presidente dell’Accademia della Crusca, tra i 48 docenti di atenei italiani e tedeschi che hanno sottoscritto un appello alle autorità statali e provinciali “per salvare i nomi italiani della toponomastica bilingue in Alto Adige”. “L’ipotizzata cancellazione di parte della toponomastica in lingua italiana – si afferma nell’appello – violerebbe gravemente i principi della Costituzione e l’obbligo del bilinguismo italiano-tedesco sancito da leggi costituzionali, da sentenze della Corte costituzionale e dall’Accordo De Gasperi-Gruber del 1946”. Per questo motivo, i docenti chiedono che “si fermi in tempo il tentativo che si rivela di esclusiva natura politica e privo di qualsiasi serio appiglio storico”.

L’APPELLO RIGUARDA LA PULIZIA ETNICA SEMANTICA VOLUTA DAGLI ALLEATI DI RENZI E DA LUI SUBITA PER AVERNE I 2 VOTI AL SENATO:

RENZI SVENDE L’ALTO ADIGE AI TEDESCHI: PULIZIA ETNICA SEMANTICA

Vorremmo che la Crusca dicesse qualcosa anche contro l’immigrazione. Non crederanno, forse, che la nostra lingua sopravviverà all’invasione.




Lascia un commento