Roma: sequestrato centro sociale per “ripetuti abusi”

Condividi!

E’ stata sottoposta a sequestro preventivo l’area dello storico centro sociale “Corto Circuto” a Roma. A quanto reso noto dalla Questura di Roma, l’intervento di polizia giudiziaria è “in attuazione di 3 distinti decreti di sequestro preventivo emanati dalla magistratura romana a fronte di gravi abusi compiuti all’interno dell’area del centro sociale” e sono stati emessi anche in seguito a numerosi esposti della cittadinanza.

Il sequestro preventivo riguarda le strutture, tra cui una in paglia in costruzione, i capannoni, e anche i materiali. Alle operazioni hanno partecipato i carabinieri del nucleo informativo di Roma, la polizia e la polizia municipale.

Al di là del cordone delle forze dell’ordine una trentina di attivisti hanno protestato pacificamente. Tra loro anche il famigerato Nunzio D’Erme, ex consigliere comunale.




Lascia un commento