SOTTO ASSEDIO: 2 PROFUGHI PER OGNI RESIDENTE, IL FUTURO?

Condividi!

Più migranti che cittadini. Anzi: il doppio di sedicenti profughi rispetto ad autoctoni. Esplode la rabbia dei residenti nel comune di Prata Principato Ultra. Il caso ora è a Taverna Nuova dove i nuovi arrivi hanno scatenato l’ira dei cittadini. Arrivi improvvisi a cui è impossibile dare risposta. «Non possiamo essere sempre noi. Non è possibile che solo alcuni sindaci collaborino- Ognuno deve fare la sua parte. Siamo esasperati e i cittadini sono allo stremo».

Oltre 180 i profughi in paese e in contrada come quella di Taverna Nuova il rapporto arriva addirittura a 1 cittadino a fronte di due profughi. Uno dei borghi in cui è montata la protesta degli abitanti è stato Prata Principato Ultra. Stamane il sindaco Gaetano Tenneriello ha avuto un incontro con il Prefetto per provare ad arginare e gestire l’emergenza. Perché in un paese anormale come il nostro, sono gli eletti dal popolo ad andare con il cappello in mano dai burocrati nominati da un governo abusivo.

“Ogni cosa ha un suo limite – ha detto Tenneriello –. Noi abbiamo ogni limite sopportabile. Il Prefetto ha riconosciuto la quantità eccessiva di migranti sul nostro territorio e provvederà alla revoca delle ordinanze. Al momento ci sono 180 profughi con un rapporto 70/1000. Noi autorità locali siamo all’oscuro di tutto. Le persone hanno paura. C’è chi teme per i più piccoli. Non ci sentiamo sereni nell’assistere alla gestione dei nuovi arrivi.

«A vederli assiepati in quello stabile siamo preoccupati. Vogliamo avere serenità capire come vengono gestiti e in che condizioni vivono».




Lascia un commento