PROFUGHI STUPRANO RAGAZZA DISABILE, POLIZIA ARRESTA CHI PROTESTA

Condividi!

Dopo il caso della ragazza disabile stuprata in Svezia, che ha visto i profughi violentatori liberati perché “non è fuggita”, con la sedia a rotelle, si è scatenata una vera e propria rivolta.

Sia sull’isola svedese di Gotland, nel Mar Baltico. Un centro per rifugiati è stato preso di mira da rivolte spontanee di cittadini.

Nonostante la polizia non abbia divulgato la nazionalità dei sei uomini arrestati nel corso dell’indagine che è stata subito avviata sull’accaduto, la stampa locale ha svelato tutto, scatenando l’ira della popolazione locale.

Mercoledì scorso oltre un centinaio di cittadini ha dato vita a una marcia di protesta fin sotto la stazione della polizia, mentre altri hanno attaccato il centro con un lancio di pietre. Alcuni sono stati arrestati.




Lascia un commento