Piccoli Comuni vicini a collasso: “Dobbiamo mantenere i profughi”

Condividi!

“L’associazione dei piccoli comuni italiani si è scagliata contro lo scellerato accordo sugli immigrati firmato tra Angelino Alfano e Piero Fassino. L’ex sindaco di Torino in qualità di presidente di Anci per anni ha firmato accordi vergognosi che hanno sempre sfavorito i piccoli e medi comuni che da troppo tempo si vedono scaricare addosso dal Ministero dell’Interno migliaia di sedicenti profughi. Addirittura da qualche mese i comuni sono costretti a rilasciare le carte d’identità ai richiedenti asilo” sottolinea in un comunicato il senatore della Lega Nord Paolo Arrigoni.

Ad esempio,i Comuni devono mantenere per anni i sedicenti minorenni che arrivano come clandestini. Si tratta di quasi 100 euro al giorno per ogni fancazzista.

“Preme capire cosa accadrà quando a questi immigrati scadranno i tempi delle varie richieste: resteranno forse a carico dei servizi sociali locali mandando in default i bilanci delle nostre comunità? – domanda – E’ necessario che il governo dia delle immediate risposte perché il peso dell’invasione frutto di scelte politiche criminali sta facendo collassare i nostri Comuni”.




Lascia un commento