PROFUGO ERA CORRIERE DELLA DROGA

Condividi!

ALTRO CHE PROFUGHI, STANNO ARRIVANDO UNA MAREA DI DELINQUENTI

profugo-droga

Dal Comitato Prima Noi, Veneto: “Non è la prima volta e non sarà l’ultima. Molti nigeriani arrivati in Italia spacciandosi per rifugiati, finiscono per alimentare la rete criminale costituita da altri africani dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti e quant’altro di criminoso. Il tutto propedeutico a trasformare larghe fette delle nostre città in zone nelle quali regna il degrado e una conseguente generale insicurezza dei cittadini che vi abitano. Ecco le risorse invocate dal Presidente della Camera Laura Boldrini che il Governo Renzi si sta impegnando di portarci sotto casa. Intanto le Questure venete sono al collasso. Mentre gli organici sono già all’osso, uomini e donne vengono tolti loro uffici di competenza per seguire i sedicenti profughi smistati nel territorio. Sono agenti che dovrebbero lavorare per noi, per la nostra sicurezza: invece vengono utilizzati per favorire una folle, insensata e suicida politica immigrazionista. Se non siamo noi cittadini a farci sentire alzando la voce della protesta, saremo destinati a subire questa invasione ancora per molti anni, con tutte le nefaste conseguenze del caso. O ci si alza in piedi o non si ha più il diritto di lamentarsi!”.




Lascia un commento