MATTARELLA difende invasione: “Serve umanità”

Condividi!

Ogni tanto, quando aprono il sarcofago, il presidente della Repubblica – abusivo, perché eletto da un parlamento abusivo e di bottegai – ci molesta con il suo stalking sull’immigrazione. Un fanatismo che sconfina nel delirio mistico: perché per loro è una religione.

Ecco come i media di distrazione di massa ci presentano la nuova perla quirinalizia:

“La portata inedita, e per certi aspetti epocale, delle migrazioni nel Mediterraneo non può certo essere trattata con cecità dalle classi dirigenti e con indifferenza dalle opinioni pubbliche”. Lo afferma Sergio Mattarella, ricordando il tragico naufragio del 2013 al largo di Lampedusa. Il Capo dello Stato chiede poi di “mettere in campo tutta l’intelligenza, l’umanità, la capacità organizzativa” e di “coordinare gli sforzi in ambito europeo”.

IL punto è quello che i nostri media definiscono ‘a largo di Lampedusa’ o, come oggi, ‘canale di sicilia’:

mappa

Questo non eletto, che mangia, beve e dorme – soprattutto dorme – alle spalle dei lavoratori italiani, prende anche in giro. Se contassero le opinioni dei cittadini, non sbarcherebbe nessuno. Ma i cittadino conteranno solo dopo avere rovesciato non solo il governo Renzi, ma tutta la struttura mafiosa e oligarchica chiamata ‘Stato’.




Lascia un commento