CASA SVENTRATA: IKEA A PROCESSO – FOTO

Condividi!

Gli eredi di Marcella Flego, la donna di 86 anni che il 20 febbraio 2015 morì, insieme al fratello Aldo, nell’esplosione di una cucina a Trieste, hanno presentato al Tribunale di Trieste una “chiamata in causa di terzo”, fra i quali l’Ikea Italia Retail Srl, nella persona del legale rappresentante perchè sia “condannata all’integrale risarcimento del danno”.

La richiesta è stata fatta anche da Michele e Gabriel Burni, difesi dall’avv. Elena Rosa.

L’Ikea è stata chiamata in Tribunale perchè Marcella Flego aveva acquistato la cucina nel negozio di Villesse (Gorizia) della multinazionale.
Per l’esplosione, è in corso, in Tribunale, a Trieste, un processo con rito abbreviato nel quale il pm ha chiesto la condanna di tre persone a pene da un anno e quattro mesi a due anni e quattro mesi. La sentenza è prevista per il prossimo 14 novembre.




Lascia un commento