RIMINI: SCONTRI TRA ROM E ITALIANI, FAMIGLIA ITALIANA CACCIATA DA CASA

Condividi!

Rimini è una città fuori controllo. Tensione etnica per tutta la notte nella zona delle case popolari di via Coppi, presidiata dalle forze dell’ordine per evitare lo scontro.

Due famiglie si sono fronteggiate armate di bastoni e catene: Zingari da una parte, e Italiani dall’altra – l’Ansa scrive con tono velatamente ‘razzista’ che l’altra è proveniente dal Napoletano.

I figli delle due famiglie giocavano nelle aree comuni delle palazzine che il Comune ha da due mesi assegnato alle famiglie di Zingari, quando i Rom sono diventati violenti. Sono intervenuti i genitori dei bambini italiani, e si è sfiorato lo scontro duro.

I carabinieri del nucleo operativo si sono visti costretti a chiamare in soccorso i colleghi della Questura, il reparto mobile impegnato a spese dei contribuenti per la festa del Pd, perché le persone che si stavano fronteggiando in quel momento erano diventate una quarantina. Lo scontro è stato evitato, così come feriti e denunce, grazie al fatto che i militari hanno sorvegliato l’area fino a questa mattina alle 7 e perché la famiglia napoletana ha preferito non dormire in casa ma da alcuni parenti.

Che tradotto, significa che gli Italiani sono stati cacciati.




Lascia un commento