PROF ISLAMICA RIFIUTA STRETTA MANO A COLLEGHI MASCHI: “IMPURI”

Condividi!

Fardous El-Sakka, una insegnate ‘svedese’ di religione islamica si è dimessa dal suo ruolo nella scuola Kunskapsskolan Helsingborg, nella città di Helsingborg, Svezia meridionale.

La 20enne figlia di immigrati, ripresa dal preside della scuola, dopo aver rifiutato di stringere la mano ai suoi colleghi di sesso maschile per motivi religiosi, ha deciso di licenziarsi piuttosto che “toccare gli impuri”.

La ragazza una volta era un’allieva della stessa scuola, il che dimostra che questi non si integreranno nemmeno nei secoli. E che nascere, crescere e studiare in un Paese, non ti rende cittadino di quel Paese.

Il preside della scuola, Münchmeyer, ha detto, preoccupato di non essere definito islamofobo: “Vorrei chiarire che la scuola non ha licenziato Fardous. Ha scelto lei di lasciare dopo che le ho spiegato quali sono i valori fondamentali della scuola. Vorrei anche sottolineare con cura che il problema non era il suo credo religioso, ma piuttosto la sua scelta di trattare uomini e donne in modo diverso”.

Ridicolo. La Svezia è la frontiera dell’apocalisse demografica e culturale dell’Europa: li si mischiano una cultura entropica dell’egalitarismo femministoide e una massiccia immigrazione islamica. Auguri.




Lascia un commento