COMO GIA’ 200 OSPITI IN VILLAGGIO ATTREZZATO PER CLANDESTINI

Condividi!

E’ salito a duecento il numero dei clandestini che si sono registrati nel “villaggio” allestito a Como per accogliere gli invasori da due mesi accampati nei pressi della stazione perché respinti dalle autorità svizzere. Loro li respingono, noi realizziamo un villaggio.

Il numero delle registrazioni nei primi due giorni era stato molto basso e molti immigrati avevano detto che non si sarebbero trasferiti. Il cambio di tendenza è arrivato dopo che le forti piogge di questa notte e questa mattina e le temperature autunnali hanno reso disagevole la permanenza nelle tende.

Nel campo, attrezzato con moduli abitativi muniti di servizi igienici e docce, è anche disponibile una mensa. I clandestini rimasti in stazione questa mattina erano circa un centinaio.

Mentre i terremotati sono ancora nelle tende, a Como ci sono le casette attrezzate per i clandestini. Gente che viola la legge e che noi ‘registriamo’ come ospiti in prefabbricati pagati dai contribuenti. Renzi è un criminale politico. Da abbattere. Politicamente.

Como sarà la prossima Calais. Con furti, degrado e stupri. Anche nella cittadina francese di confine erano 200, all’inizio. Ora sono 10mila. In crescita. Come i loro reati. Sempre più brutali.




Lascia un commento