Bufala: ‘E’ gay, iscrizione rifiutata a scuola’

Condividi!

Un anno fa avevano denunciato “presunte discriminazioni dell’Ecfop, una scuola professionale di Monza, verso il figlio gay”. Ora i genitori sostengono che abbiano rifiutato l’iscrizione al terzo anno. La vicenda venuta alla luce un anno fa dalla denuncia dei genitori – una foto del figlio abbracciato a un amico circolata a scuola – sembrava una storia chiusa. Ma ora nuove polemiche sono destinate a montare.
Perché secondo la mamma e il padre adottivo del ragazzo l’Ente cattolico di formazione professionale di Monza dove il ragazzo avrebbe dovuto frequentare il terzo anno del corso per baristi, ha rifiutato l’iscrizione al giovane per via del suo orientamento sessuale”. In sostanza la famiglia afferma che all’atto dell’iscrizione prima dalla segreteria avrebbero detto di ritelefonare, tirando in lungo e poi che “il preside non voleva nostro figlio”.

Poi l’ente ha diffuso una nota: “il ragazzo non ha presentato la domanda d’iscrizione”. Solita bufala da gay egocentrico.

Comunque non si capisce perché chi vuole vivere in un modo che un cattolico ritiene ‘peccato’, esiga di iscriversi proprio in una scuola cattolica. Ossessione.




Lascia un commento