RENZI RICEVE IL PREMIO TRADITORE DELL’ANNO: “AFRICANI RISCHIANO VITA PER ARRIVARE IN ITALIA”

Condividi!

“Possiamo perdere voti ma non possiamo perdere la dignità degli essere umani”, ha dichiarato strappando gli applausi dei globalisti riuniti nella Hall of ocean life del Museo di storia naturale, dove Renzi ha ricevuto il premio traditore dell’anno, il Global Citizen Award dell’Atlantic Council, uno dei tanti think tank della Sinarchia glonale.

Sono parole che evidenziano bene quale sia il pensiero anti-democratico del pupazzo fiorentino: dire “possiamo perdere voti”, denota il disprezzo totale della democrazia, visto che in democrazia dovrebbero essere gli elettori a guidare le azioni di un governo, non i rolex.

Globalizzazione “in Italia ed Europa significa salvare uomini e donne che rischiano la vita nel Mediterraneo”, ha continuato dicendo che “dobbiamo avere una strategia per l’Africa”.”Essere cittadino globale significa anche avere responsabilità”, ha proseguito. E usando una parola latina, ha detto alla folta platea che “civis oggi significa appartenere ad idee culturali, a un’aspettativa, e non solo a una comunità o a una città”.

Perfetto il titolo per Renzi: lui non è il premier italiano, è un ‘cittadino del mondo’, quindi non risponde alla volontà e agli interessi degli italiani, ma agli ordini di chi lo riempie di rolex e premi. E’ un criminale politico che andrebbe messo sotto processo, ha infatti giurato sulla Costituzione italiana, non sul Piano Kalergi.

In altri tempi nessun politico sano di mente, benché al soldo di potentati stranieri, si sarebbe azzardato di spifferare così spudoratamente i suoi propositi e il suo disprezzo per il popolo che pretende di governare.




Lascia un commento