“Bamboline” clitoride per i bambini francesi nelle scuole



Condividi!

Sembra l’appendice di un qualche alieno, invece è una stampa in 3D del/la clitoride. Un modellino per le scuole francesi:

Lo ha realizzato Odile Fillod, ricercatrice in scienze biomediche, per fare chiarezza su un punto oscuro. Lo spunto è stata la constatazione di come sui libri di testo il clitoride fosse rappresentato in maniera scorretta, comunicando di conseguenza informazioni sbagliate.

La stampa, in effetti, dimostra che l’idea tradizionale di clitoride – un semino posto sulla sommità della vagina – è lontana dalla realtà. L’organo ha due radici lunghe 10 centimetri e un aspetto nuovo per quasi tutti. Secondo Fillod è decisivo che «le donne sappiano come funziona il loro corpo e capiscano il ruolo chiave del clitoride, che è l’equivalente del pene nella donna. Solo così non si vergogneranno più se non provano piacere con la sola penetrazione vaginale». L’autrice della scultura spera quindi che medici e insegnanti la usino per spiegare meglio gli aspetti sessuali della femminilità, aiutando le donne a capire – come lei stessa ha detto – che «il piacere non è una magia che solo i partner riescono a scatenare».

Devono politicizzare tutto. Anche – volgarmente – la fica. Fortunatamente in Italia nell’educazione sessuale siamo ancora la Medioevo, un’epoca decisamente migliore rispetto al degrado attuale, dove si pensa che l’esasperazione del mostrare sia educazione, quando invece è fissazione.



Lascia un commento