Roma2024: il pianto dei palazzinari

Condividi!

“Rinunciare a Roma2024 sarebbe una
sconfitta per lo sport.E una figuraccia
per la credibilità dell’Italia”. Lo ha
detto Giovanni Malagò intervenendo alla
‘Domenica sportiva’ su Rai2.

“Chiediamo rispetto per un progetto
partito tre anni fa -aggiunge il n.1
del Coni-. Sono il primo a riconoscere
che le priorità di Roma sono altre, in-
fatti chiediamo di competere per una
cosa che si svolgerà fra otto anni. E
nel dossier della candidatura c’è un
intervento molto forte nelle periferie
che soffrono di problematiche”.

Malagò, quello delle piscine dei mondiali di nuoto. Il più amato dai palazzinari romani che si preoccupa delle periferie. Nessuna città ha visto migliorare la vita dei propri cittadini con le olimpiadi: non Atene, non certo Rio, e nemmeno la celebrata Londra.




Lascia un commento