Libia: scontri a terminal petroliferi su mandato francese

Condividi!

Violenti scontri sono in corso tra i terminal petroliferi di Ras Lanuf e Sidra, nell’est della Libia.
Il portavoce della Brigata 302, inquadrata nelle forze di Khalifa Haftar, ha annunciato la riconquista dell’area, strappata alle guardie delle installazioni che rispondono al Consiglio presidenziale di Fayez al Sarraj. I caccia di Tobruk hanno colpito diversi obiettivi. Le foto pubblicate sui social mostrano una cisterna in fiamme. Un carico di petrolio per l’export è stato annullato: era il primo da fine 2014. La Francia lo vuole per sé, e come nel 2011 crea il caos.




Lascia un commento