Bergoglio e la Sceicca degli EAU: riceve tappetino di preghiera…

Condividi!

E’ durato 40 minuti il colloquio tra Bergoglio e lo sceicco degli Emirati Arabi Uniti, principe Mohammed Bin Al Nahyan, ricevuto in udienza con un seguito di una decina di persone, tra cui tre donne e Luca Cordero di Montezemolo. Quello delle ‘olimpiadi’.

Allo scambio dei doni – ufficiali, quelli non ufficiali…- lo sceicco ha offerto a Bergoglio un tappeto afgano rettangolare, multicolore, un invito nemmeno tanto velato a piegarsi a pregare alla Mecca, e ha spiegato che è stato “tessuto in Afghanistan, grazie al progetto caritativo di cui mia figlia è responsabile“. Li conosciamo, i progetti ‘caritativi’ delle monarchie del Golfo in Afghanistan. Li conosceva anche Bin Laden.

Papa Bergoglio ha ricambiato con il medaglione della pace, spigando che la raffigurazione “mi piace – ha detto – perché i due rami si avvicinano sempre di più: la pace è la nostra vocazione”. Il Pontefice ha anche offerto l’edizione in arabo di un suo documento. Dopo l’udienza lo sceicco negli uffici della Segretaria di Stato.
Montezemolo, ha spiegato di essere presente in qualità di presidente dell’Alitalia, di cui la compagnia aerea degli Emirati detiene un’importante quota. Pupazzetto.




Lascia un commento