Centro anziani diventa hotel per profughi: ma a loro non piace

Condividi!

Ieri mattina protesta, nel nuovo centro d’accoglienza per sedicenti minori non accompagnati di Licodia Eubea, in via del Popolo. Nel palermitano. Dalla struttura sono stati cacciati gli operatori, dipendenti di una cooperativa di Grammichele che gestisce il progetto approvato dal Ministero dell’Interno a spese dei contribuenti.

Sul posto sono subito giunti i carabinieri. Nell’immobile, un’ex casa di riposo riconvertita a centro d’accoglienza da meno di due mesi – perché i fancazzisti minorenni o presunti tali rendono quasi 100€ al giorno per uno – a inizio agosto erano stati inviati 63 migranti. E già protestano.




Lascia un commento