“Friuli invaso: Renzi, Alfano e Serracchiani siete delle merde”

Condividi!

Scritte contro il business dell’accoglienza e i politici che lo portano avanti, lungo le direttrici che portano a Flaibano e Sedegliano, nell’udinese.

«Clandestini, meno alberghi, più manganelli», a caratteri cubitali di colore bianco lungo la provinciale numero 39 al km 5+0 che da Cisterna di Coseano porta verso Flaibano. Punto isolato in aperta campagna, ai lati della carreggiata una barriera di alte piante di mais.

«Friuli invaso da parassiti afgani, pachistani; Renzi, Alfano e Serracchiani merde;, l’altra scritta sempre sulla stessa provinciale fuori di Grions, in direzione Sedegliano, al km 10+400.

Il luogo si trova nei pressi di una struttura ricettiva…

Scrive il giornale locale:

Sul danneggiamento e sulla diffamazione indaga la polizia municipale di Coseano, al fine di individuare i responsabili dell’accaduto. È stata informata la Regione quale proprietaria della strada per invitare la stessa all’immediata rimozione dell’imbrattamento. Le scritte sono state scoperte nel normale giro di perlustrazione dagli agenti del servizio convenzionato di polizia municipale al turno del mattino, verso le sette.
«Negli ultimi anni – dice il comandante Rudi Bagatto – non è mai accaduto un episodio del genere. È difficile stabilire chi possano essere gli autori di questo esecrabile gesto. Le scritte sono state eseguite ben al di fuori di centri abitati, su arterie provinciale dove durante la notte il traffico è limitato specialmente nei giorni infrasettimanali».

Esecrabile gesto, definire merde Renzi, Alfano e Serracchiani? E’ semmai un’opinione. Piuttosto diffusa diremmo.

Semmai, fossimo nelle cosiddette autorità, inizieremmo ad interrogarci sulla situazione che stanno creando. Nei totalitarismi, l’ultimo esempio è la DDR, i popoli non avendo accesso diretto ai media, usavano muri e strade per gridare il proprio sdegno.




Lascia un commento