Rovigo, Affarista affitta casa a profughi: rivolta vicini

Condividi!

“Qui vige il divieto di circolazione e sosta ai clandestini accattoni e venditori abusivi”.

L’ultimo episodio riguarda un affarista locale che ha deciso di ospitare i richiedenti asilo partecipando al bando della Prefettura. Facendo scattare la rivolta dei vicini di casa: “Le famiglie residenti e in particolar modo le due confinanti temono per la sicurezza dei loro cari: lascereste senza pensiero vostra figlia adolescente a casa da sola, con un centro per rifugiati a fianco?”. No. Ma nemmeno una novantenne.

L’affarista si beccherà un guadagno di 6mila euro al mese, tasse nostre: “Stando alle parole del nostro vicino – lamentano – la concessione della locazione è avvenuta in deroga, forse perché la casa manca delle necessarie strutture per la quotidianità dei sei ospiti, ma servirebbe a questi solo per dormirci. Per una proprietà la cui valutazione di mercato di aggira sui 100mila euro, mentre per un eventuale affitto ci si attesta sui 600 euro mensili, incasserà dieci volte tanto”.

Uno dei vicini ha stampato una decina di cartelli per esprimere il suo dissenso. Dopo i tanti furti subiti non può pensare di avere altri fancazzisti come vicini di casa. In una casa senza abitabilità.




Lascia un commento