CLAMOROSO: MANCINI DA 1 MESE IN CARCERE PERCHE’ NON SI TROVA BRACCIALETTO

Condividi!

Ormai siamo alla persecuzione politica. Amedeo Mancini, l’ultrà di Fermo scagionato da tutti i testimoni rimane ancora in carcere: e stavolta perché, dopo la decisione di dargli i domiciliari, non si trova un ‘braccialetto elettronico’.

E’ la denuncia fatta dai due difensori dell’uomo, gli avvocati Francesco De Minicis e Savino Piattoni: “Ci sono state notificate nei giorni scorsi – spiegano – le motivazioni dei due provvedimenti del Tribunale di Ancona, del 5 e 30 agosto. E’ stata una piacevole sorpresa apprendere che sin dal 5 agosto il Tribunale aveva ritenuto Mancini meritevole degli arresti domiciliari, seppur con l’obbligo del braccialetto elettronico”, ma “non era riuscito a mandarlo a casa subito perché, pur avendo fatto effettuare ricerche sull’intero territorio nazionale, non si era riusciti a trovare un solo braccialetto disponibile. Un nuovo tentativo è stato ripetuto dal Tribunale il 30 agosto, ma purtroppo anche questa volta con esito negativo”.

Chi, nel sistema, tiene nascosto il braccialetto elettronico che servirebbe a scarcerare Mancini?




Lascia un commento