PROFUGHI, POSTO DI BLOCCO PER STIPENDIO IN RITARDO: AGGREDITO CENTAURO

Condividi!

L’hanno rifatto. I cinquanta finti profughi – tutti giovani maschioni africani in fuga dalla guerra in Siria – ospitati nell’antico quartiere della Venezia a Livorno, hanno protestato nel pomeriggio per il mancato pagamento della diaria: lo stipendio da profugo che versiamo loro, ogni giorno, oltre a vitto, alloggio e altri benefit.

I finti profughi scesi in strada hanno piazzato un posto di blocco sulla carreggiata sistemando a terra biciclette vecchie e altri rottami riuscendo quindi a bloccare il traffico nella zona. Ci sono stati anche momenti di tensione tra i fancazzisti stranieri e un passante con lo scooter che è stato aggredito perché ha inveito contro il blocco stradale. Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri che invece di sgomberare i clandestini hanno allontanato il centauro.




Lascia un commento