SARDEGNA: PROFUGHI INCENDIANO CAMPEGGIO CHE LI OSPITA

Condividi!

Alcuni tra i 80 clandestini somali inviati in Sardegna e ospiti del campeggio Nuraghe Ruju di Norbello sono stati arrestati con l’accusa di aver appiccato l’incendio che lunedì scorso ha devastato la struttura.

Sono comparsi oggi per l’udienza di convalida davanti al Gip del tribunale di Oristano e sono stati rinchiusi a Massama.

Ma sull’episodio si registra la reazione del sindaco del paese, Matteo Sanna, dalla sua pagina Facebook: “Questa deve essere l’ ultima volta che si verificano fatti del genere di qualunque tipo. Ho chiesto un incontro in prefettura per comunicare che l’ unica cosa certa e’ che al prossimo problema emettero’ un’ ordinanza di sgombero della stessa struttura, ex. Art 54 del Testo unico degli enti locali per tutelare l’ ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini. Considerate le continue legittime lamentele dei cittadini per diversi fatti, non si possono rischiare disordini sociali. Se poi questo non andrà bene ai piani alti, ci dimetteremo da amministratori del Comune di Norbello e si occuperanno altri di amministrarlo”.




Lascia un commento