AMEDEO MANCINI DEVE MORIRE IN CARCERE

Condividi!

Amedeo Mancini, il 39enne fermano che difendendosi dalle sprangate colpì con un pugno il clandestino nigeriano Emmanuel Chidi Namdi, resta ancora in carcere. Non possono farlo uscire, ne va della ‘credibilità’ di tutti quei fottuti politici, a cominciare da Angelina, che ne avevano decretato la colpevolezza prima delle testimonianze che poi lo hanno scagionato di fatto.

CLICCA
CLICCA

I giudici, fingendo che i testimoni non esistano, hanno addirittura respinto in Appello la richiesta dei domiciliari presentata dai legali di Mancini, gli avvocati Francesco De Minicis e Savino Piattoni, nonostante siano state presentate ulteriori nuove testimonianze raccolte dalla Procura della Repubblica, che, secondo la difesa, scagionerebbero definitivamente l’indagato dimostrando la legittima difesa.

“Siamo senza parole – ha commentato seccamente l’avvocato De Minicis all’uscita dall’aula – abbiamo dimostrato che si è trattato di legittima difesa, ma non è bastato per scarcerare Mancini”.

Non basterà nulla. Mancini deve morire in carcere. Lo vogliono i politici ladri. Lo vuole il prete bugiardo e affarista.




Lascia un commento