MILITANTI FN IRROMPONO A MEETING CL: “HOTEL AI TERREMOTATI, NO AI CLANDESTINI”

Condividi!

Questa mattina, i militanti riminesi di Forza Nuova sono intervenuti al Meeting della famigerata Comunione e Liberazione durante la visita del ministro Maria Elena Boschi srotolando uno striscione innanzi all’ingresso recante lo slogan “Basta immigrazione, fermiamo l’invasione!”

“La Boschi è coinvolta in tutti gli scandali che il governo Renzi ha collezionato sino ad ora – spiega il responsabile regionale Mirco Ottaviani rivendicando l’azione – tra questi spicca quello delle cooperative romane di Buzzi & company in merito al business dell’accoglienza profughi”.
È proprio su questo punto che il responsabile attacca – “Sempre più ci si dimentica dei nostri connazionali, intenti a creare business attorno all’immigrazione clandestina, sistemando in hotel a quattro stelle gli ultimi arrivati sulle nostre coste, quando migliaia di Italiani si ritrovano a razzolare nei bidoni per poter trovare qualcosa da mettere sotto i denti”.

“Una vera e propria emergenza, amplificata dalla triste notizia dell’ultima ora del grave terremoto che ha colpito il centro Italia – prosegue Ottaviani – E dato che di emergenza si tratta, si utilizzino misure straordinarie per sopperire al bisogno dei nostri connazionali colpiti dal sisma, con l’immediato sgombero di tutti gli hotel che attualmente ospitano profughi facendo spazio a chi, a causa della calamità naturale, si ritrova senza un tetto sopra la testa”.

“Il momento lo richiede e il nostro patriottismo ce lo impone!” – conclude Ottaviani annunciando inoltre che è già attivo un centro di raccolta di generi di prima necessità gestito dai militanti riminesi di Forza Nuova e dai volontari delle associazioni Solidarietà Nazionale ed Evita Peron, associazioni quest’ultime che si occuperanno direttamente della distribuzione dei beni raccolti presso le zone colpite dal sisma.

RICORDIAMO CHE CL E’ INVISCHIATA CON LE SUE COOP ACCOGLIENZA FINO AL COLLO IN MAFIA CAPITALE




Lascia un commento