CORSICA, PATRIOTI MARCIANO SU QUARTIERE ISLAMICO: “QUESTA E’ CASA NOSTRA”

Condividi!

Questa domenica, il giorno dopo gli scontri etnici di Sisco, a Bastia, 500 patrioti si sono riuniti in strada gridando: “Siamo a casa nostra”.

Poi hanno tentato di marciare verso un quartiere islamico della città, fermati però dalle truppe di occupazione francesi: ricordiamo che è lo Stato francese ad imporre la presenza di maghrebini in Corsica in funzione di ‘annacquamento demografico’ per de-italianizzare la Corsica. Un po’ come fanno i Cinesi in Tibet e come i nostri fanno in Italia per ‘ridurre la coesione etnica’ della società e quindi renderci più sudditi.

Poco dopo si sono diretti verso l’ospedale in cui è ricoverato uno dei maghrebini che ha partecipato agli scontri di Sisco, ma anche in quel caso sono stati fermati, stavolta con l’uso di gas lacrimogeni.




Lascia un commento