VENTIMIGLIA: CLANDESTINI HANNO LICENZA DI RUBARE, SERVITI 610 CAPPUCCINI

Condividi!

VENTIMIGLIA (IMPERIA) – I cuckold continuano ad attirare il degrado in città. Pariamo del famigerato campo ‘transitorio’ di accoglienza della Croce Ro$$a a parco Roja. Dove vengono assistiti a spese dei contribuenti i delinquenti islamici che insozzano Ventimiglia.

Oggi sono state servite 610 colazioni, 734 i pasti distribuiti ieri. Finché serviranno loro cappuccino e brioche, non risolveremo nulla. Pare evidente a tutti, tranne agli etnolesi con il sederino pruriginoso.

Prosegue intanto il demenziale ponte aereo che sta spostando il problema da Ventimiglia alla Sardegna e ad altre città. Invece di riportare i fancazzisti in Africa, li rimpallano tra un punto e l’altro dell’Italia: in tempo per la colazione.

In nottata un gruppo di clandestini è stato sorpreso mentre rubava all’interno della mensa da campo. Gli stranieri, che sono stati sorpresi dal personale della Croce Ro$$a sono stati invitati a chiedere il cibo, ma non a “servirsi” in maniera autonoma: nessun arresto. Loro possono rubare.

Nel frattempo, dalle loro pagine Facebook i terroristi “No Borders” si vantano di aver violato l’ordinanza, emessa nei giorni scorsi dal sindaco Enrico Ioculano di Ventimiglia, che vieta la somministrazione di cibo ai clandestini, avendo servito “clandestinamente” 150 pasti per strada. Li paga Soros, sono le scimmiette del Sistema.




Lascia un commento