STATI IN RIVOLTA CONTRO LA TRANSMANIA DI OBAMA: “NO CHI HA IL PENE IN BAGNI DONNE”

Condividi!

Sono giù tredici, gli Stati USA che chiedono di sospendere i tentativi dell’amministrazione di B. Hussein Obama, di imporre l’uso dei bagni femminili ai trans. Ritenendolo un “cambio radicale” imposto al paese.

La richiesta è stata inoltrata al tribunale di Fort Worth, in Texas. Il Dipartimento di Giustizia (ministero) ritiene che le ‘raccomandazioni’ non siano una forzatura della legge e che quindi non ci siano le basi per sospenderle. La direttiva dell’amministrazione afferma che le scuole dovrebbero consentire agli studenti transgender di usare il bagno che corrisponde alla loro identità di genere in quel momento: quella mattina ti senti donna? Usi il bagno delle femmine.

Gli Stati ‘ribelli’ sono: Arkansas, Kansas, Michigan, Montana, Nebraska, North Dakota, Ohio, South Carolina, South Dakota e Wyoming. Altri si aggiungeranno presto.




Lascia un commento