Russia sventa attacco ucraino in Crimea

Condividi!

Nella notte fra il 6 e il 7 agosto, vicino alla città di Armiansk, nella repubblica di Crimea, è stato trovato un gruppo di “sabotatori” e in seguito ad un conflitto a fuoco è morto un agente dell’FSB. Lo annuncia oggi lo stesso servizio di sicurezza russo, confermando quando scritto da Vox alcuni giorni fa.

L’FSB accusa “il ministero della Difesa ucraino” di essere responsabile dell’operazione.
Sempre secondo l’FSB, nella notte dell’8 agosto sarebbero avvenuti altri due tentativi di “irruzione” di “terroristi e sabotatori” coperti “dal fuoco dei blindati ucraini”.




Lascia un commento