COMUNITA’ ISLAMICHE: “DOPO MATRIONI GAY RENZI APPROVI POLIGAMIA”

Condividi!

“Se è solo una questione di diritti civili, ebbene la poligamia è un diritto civile”. E’ quanto scrive sul suo profilo Facebook Hamza Piccardo, fondatore dell’Ucoii (Unione comunità islamiche d’Italia, branca dei Fratelli Musulmani in Italia), in testa ad una foto che ritrae il sindaco Giuseppe Sala a Palazzo Reale insieme ad una delle due coppie unite civilmente ieri a Milano.

Come si vede, dopo i gay verranno poligamia e pedofilia, su pressione islamica. Poi gli animali.

“Noi chiediamo la poligamia secondo la Rivelazione e tradizione. Le forme diverse non ci riguardano”. “Io e milioni di persone non condividiamo la relazione omosex e tuttavia essa è lecita e ne rispettiamo gli attori. I soggetti interessati sono comunque una minoranza, come lo sarebbero i poligami. L’intera società può accettarli tutti”.
E subito dopo: “Non si sottovaluti l’azione demografica della poligamia che riequilibrerebbe in parte il calo e la conseguente necessità di mano d’opera straniera, con le reazioni che conosciamo”. Man
“Lo Stato dovrebbe regolamentare come per le altre Unioni, tutelando così i diritti di tutti gli interessati, figli compresi”.

QUANDO APRI IL VASO DI PANDORA, NON PUOI SCEGLIERE COSA FARE USCIRE. ESCE TUTTO.

Del resto, su quali basi etiche due uomini sì, e tre no? O due donne e un uomo? E gli animali? E i bambini?




Lascia un commento