BERGOGLIO VA AD ASSISI: BARRIERE PER PROTEGGERLO DA ISLAMICI

Condividi!

Lo diciamo sempre: non fate quello che Bergoglio predica, fate quello che fa. E lui predica di ‘abbattere i muri’, ma poi vive qui:

VATICANO

E nei prossimi giorni andrà ad Assisi, a predicare la solita boutade masochiesta dei ‘ponti e non muri’, ma così:

Piantina zona rossa per visita Papa
Piantina zona rossa per visita Papa

Corridoi delimitati da quattro chilometri di transenne saranno predisposti per l’accesso alla “zona rossa” in prossimità della Basilica di Santa Maria degli Angeli dove giovedì è prevista la visita di Papa Francesco.

Capito? Barriere per quattro chilometri! Perché i muri proteggono dai cattivi, ma i cittadini normali non lo devono sapere.

Ci saranno anche 15 checkpoint dove saranno impiegati metal detector. Lo riferisce la prefettura di Perugia.L’accesso al sagrato e alla Basilica sarà consentito solo a chi munito di pass. Non saranno invece limitate le presenze nelle zone circostanti dove saranno posizionati maxischermi.

Niente clandestini per Bergoglio, ci vuole il pass. Ma noi, invece, come cittadini, dobbiamo sorbirci i giovani maschioni africani, che tanto piacciono ai suoi preti, senza pass.

Nell’area del pellegrinaggio (il Pontefice arriverà alle 15.40 per ripartire alle 18) sarà creata una zona pedonale.
Le forze di polizia eseguiranno i controlli di sicurezza “in tempi rapidi” dalle 13.30. Viene quindi consigliato di non anticipare troppo l’arrivo ai varchi per evitare lunghe attese nelle ore di maggiore caldo. Per il parcheggio saranno utilizzate la zona industriale di Bastia Umbra e del Lyric, collegate con la Basilica da apposite navette.

Non fate quello che predica, fate quello che fa. Proteggetevi dal male.




Lascia un commento