TERRORISTA ISLAMICO ESPULSO PARTECIPO’ A PRIMARIE PD

Condividi!

L’imam reggiano espulso dall’Italia per i suoi violenti sermoni antioccidentali, aveva sostenuto Giuliano Maioli, uno dei candidati alle primarie del Partito democratico a Castelnovo Monti il 2 marzo del 2014. Lo conferma a Reggio Sera il suo ex sfidante, il sindaco di Castelnovo Monti, Enrico Bini. Maioli, fra l’altro, era il candidato sostenuto dal Pd contro Bini che, non essendo iscritto al partito, veniva considerato un outsider e non è mai stato ben digerito dal Partito Democratico montano.

“A me non piaceva quel personaggio – dice il primo cittadino – ma devo dire che Maioli forse non sapeva che era estremista. Mohammed Madad sosteneva alle primarie proprio lui. Era fuori dal seggio di Felina, organizzava l’afflusso e chiamava i musulmani con il telefonino per farli venire a votare per Maioli. Una volta chiusi i seggi, ho fatto notare, anche a Maioli, che non mi sembrava un comportamento corretto, perché Madad faceva venire a votare per lui gente che non parlava neanche l’italiano e non sapeva quello che faceva”.

POTETE TROVARE TUTTI I PARTICOLARI SUL GIORNALE LOCALE REGGIOSERA




Lascia un commento