TRUMP SFIDA LE MULTINAZIONALI: “PORTERO’ USA FUORI DA WTO”

Condividi!

“Quando sarò eletto presidente farò uscire gli Stati Uniti dall’Organizzazione mondiale del commercio (Wto) se il mio piano per tassare le aziende americane che importano sarà bloccato”: è la nuova minaccia ai globalisti di Donald Trump, che dopo la Nato prende di mira l’Organizzazione mondiale del commercio.

Essere membri del WTO comporta una cessione di sovranità alle multinazionali e ai burocrati da loro stipendiati che come sacerdoti post-democratici ‘vigilano’ sul commercio globale. In questo modo un governo non può impedire che, ad esempio, una FIAT delocalizzi in Cina e poi continui a vendere in Italia.

Trump, intervistato dalla Cnn, ha definito il Wto “un disastro” e ha ribadito la sua intenzione di colpire le aziende Usa che si spostano all’estero, delocalizzando le loro attività e togliendo posti di lavoro agli americani. Tutto l’Occidente è stato venduto dai propri governi alle multinazionali.




Lascia un commento