MONACO: IL BRANCO INQUIETO DEGLI IMMIGRATI

Condividi!

La Germania ha visto gli effetti del contagio psichico sulla torma inquieta dei nuovi immigrati, in pochi giorni i il 17 enne afghano o pakistano che accoltella a caso in treno, e adesso il 18 enne di origine iraniana. Che uccide gridando in perfetto dialetto bavarese “Sono tedesco!”, inveisce contro gli “stranieri di merda”( “Scheiß Ausländer”) come fosse non un islamista fanatico bensì un plebeo di estrema destra. Lo dice quando un cittadino lo apostrofa da una terrazza vicina e gli dà dello stronzo. E’ allora che lui dice di essere tedesco, e racconta di essere stato “in cura”, e di vivere sotto “Harz IV”:

Contagio psichico su una identità malata. Di multiculturalismo.

Un piccolo appunto. L’iraniano non ha mai detto ‘stranieri di merda’, sono stati i due residenti che inveivano contro di lui a farlo:

MONACO, UOMO A TERRORISTA SU TETTO: “FOTTUTO STRANIERO” – VIDEO




Lascia un commento