Napoli: consigliera De Magistris augura aborto a esponente CasaPound

Condividi!

Nella notte tra sabato e domenica, a Napoli, sul portone della sede di Casapound appare una scritta agghiacciante:

manumorte

L’elegante augurio è alla gravidanza della leader di Casapound Napoli, Emmanuela Florino.

Ci si aspetterebbe una umana presa di posizione dal Comune, invece, Eleonora de Maio, consigliera comunale di De Magistris e esponente dei centri sociali, che la Florino aveva chiamato in causa come istigatrice:

“La portavoce di Casa Pound – scrive De Maio – chiede una mia dichiarazione sulle scritte apparse l’altra notte sotto la loro sede. Ebbene, io penso semplicemente una cosa: è singolare se non ridicolo che un’esponente così in vista di un’organizzazione come Casa Pound presti così tanta attenzione a delle scritte e addirittura utilizzi questa cosa per guadagnarsi un po’ di visibilità in città . Parliamo della stessa organizzazione di cui portava la maglia l’assassino di Emmanuel mentre lo ammazzava, o sbaglio?”.

Sbaglia. Anche se non c’entra nulla con l’augurare l’aborto ad una donna. Ma si sa, per loro la vita di un bambino italiano è nulla, in confronto con quella di un clandestino africano. Il nero fa tanto chic.

Ha proseguito: “Parliamo sempre della stessa organizzazione che dai proprio profili sbeffeggia la morte dei migranti anche quando sono bambini affogati nelle acque del mediterraneo?
Bene. Se questa è l’organizzazione di cui è esponente – aggiunge – allora ci risparmiasse questo piagnisteo e questo ridicolo atteggiamento da vittima e magari piuttosto ci illustrasse le sue di posizioni, magari sulla strage di Fermo, su quella di Firenze, magari su Ciro Esposito e su Gastone, sui tanti atti violenti ( quelli si) firmati Casa Pound. Per quanto mi riguarda le sedi fasciste, covi di odio e intolleranza, andrebbero chiuse”.

Questa è in Comune. Ha un incarico istituzionale. I criminali sono nelle istituzioni.




Lascia un commento