Non solo la pensione, anche la Cittadinanza alla baby pensionata nigeriana

Condividi!

Non solo la pensione, ma anche una petizione, rivolta al ministro dell’Interno Angelina Alfano e al presidente della Repubblica Sergio Mattarello per chiedere di conferire “la cittadinanza italiana” a Chinyery, la fidanzata di Emmanuel, il clandestino morto a Fermo.

L’appello è stato lanciato sul sito ‘www.change.org’ ma è stato sottoscritto solo da 17.671 sostenitori, stranieri e immigrati compresi. Ipotetici, basti ricordare i milioni che volevano un nuovo referendum BREXIT.

Quindi in sintesi: prendo a morsi un italiano, mentre il mio fidanzato lo percuote con un segnale stradale, e allora merito la cittadinanza. Che poi sia chiaro: non è un merito, è una questione ontologica. Di sangue.

“Chinyery sognava solo di avere una vita felice e di diventare medico, prima che il terrorismo e la furia razzista distruggessero la sua vita – si legge nella petizione – Mi sento di dover chiedere scusa a Chinyery a nome di tutta l’Italia e vi chiedo di firmare per chiedere al ministro dell’Interno Angelino Alfano di conferirle la cittadinanza italiana”.

La baby pensionata non è fuggita dalla guerra, né dal terrorismo. E la cittadinanza italiana non è a disposizione del primo esagitato da tastiera che in pieno stile piddino raccoglie firme. Verrà il giorno. E’ più vicino, molto più vicino, di quello che possa apparire. Sempre più vicino.