Prete gay molesta ragazzini: se la cava pagando una ‘multa’

Condividi!

Don Mauro Inzoli, gay non dichiarato e molto impegnato nell’accoglienza dei migranti, stato condannato dal tribunale di Cremona a 4 anni e 9 mesi per abusi sessuali ai danni di cinque ragazzi, il più piccolo di 12 anni e il più grande di 16 al momento dei fatti.

Alle cinque vittime il sacerdote, che per trent’anni è stato a capo di Comunione e Liberazione a Cremona, aveva già risarcito il danno: 25mila euro a testa.

Il procuratore Roberto Di Martino del Tribunale di Cremona aveva chiesto la condanna a sei anni di reclusione. Nella richiesta il procuratore aveva tenuto conto dello sconto di un terzo di pena previsto per il rito abbreviato e dell’attenuante relativa ai risarcimenti. Don Inzoli è stato condannato a 4 anni e 9 mesi, oltre al divieto di avvicinarsi a luoghi frequentati da minori.




Lascia un commento