MILANO: SPACCIATORE E’ CONSIGLIERE POLITICO DELL’ISLAMICA DI SALA

Condividi!

E’ l’integrazione. Le risorse che stiamo importando e che ‘fanno i lavori che gli italiani non vogliono fare”: come votare PD e spacciare.

La notizia del cognato spacciatore della neoconsigliera islamica del PD, è stata messa in evidenza dalla pagina Facebook Stop Muslim Brotherhood in Italia e ‘Informare per Resistere’.

Il cognato di Sumaya Abdel Qader, la candidata con Sala alle amministrative, Issam Kabakebbji, nel gennaio 2008 veniva arrestato dalla polizia milanese con l’accusa di coltivare e spacciare droga. Issam è figlio del presidente del Caim e del Waqf al- Islami, Maher Kabakebbji.

La notizia viene confermata da un articolo del Corriere della Sera, del 31 gennaio 2008: “Le tecniche apprese attraverso Internet. Coltiva marijuana con lampada abbronzante. Uno studente ‘italiano’ di origini siriane, Issam Kabakebbji, spacciava erba che cresceva nella serra casalinga”.

“Issam Kabalebbji, 28 anni, italiano di origini siriane, studente di economia all’università Bicocca, invece di approfondire le teorie di Keynes o di Samuelson, preferiva investire il suo tempo (e il suo talento) in un’altra direzione: come coltivare in casa la miglior marijuana di Milano. Tanti sforzi e tanti studi (specie spulciando internet sino a notte fonda) sono andati in fumo (si fa per dire) quando martedì, allorquando si trovava a Verona, ha ricevuto una telefonata: ‘C’è un allagamento nel piano sottostante casa sua. Venga immediatamente perché abbiamo dovuto chiamare i vigili del fuoco’. Una scusa bella e buona inventata dal commissario Angelo Murtas, del commissariato Città-Studi, per farlo tornare. Al rientro in via Malpighi 8, lo studente è stato arrestato e posto ai domiciliari. In casa (un appartamento di 6 stanze condiviso con fotomodelli e studenti) i poliziotti hanno trovato un porta-abito portatile allestito come una vera e propria serra provvisto di impianto di climatizzazione e aspirazione e filtro contro gli odori. E anche con una lampada Uva. Il tutto per far crescere delle piante di 70 centimetri di marijuana”.

Il sito “Informare per Resistere” pubblica le foto della serra casalinga e della “segnaletica” di Kabakebbji Issam.

Lo spacciatore è stato ringraziato dalla stessa Sumaya in un post del 20 giugno. Dopo essere stata eletta, infatti, tra i nomi citati c’è anche Issam Kabakebbji che ora si occupa di comunicazione, marketing e social network. Del resto è esperto, di ‘marketing’.

Issam era noto in ambiente Pd visto che si era mobilitato molto a favore dell’assessore Pierfrancesco Majorino, alle primarie del 6-7 febbraio, come mostrano i numerosi screenshot sul suo profilo Facebook:

1466763969-1466763941-majorino-sumaya

1466763969-1466763941-majorino3

1466763969-1466763942-bauccio

Anche lo spaccio di droga è un modo per gli islamici della Fratellanza per indebolire le nostre società rincoglionendo i giovani. Non è un caso che gli spacciatori siano al 99 per cento arabi e nordafricani: oltre al guadagno, c’è dietro un disegno più ampio.




Lascia un commento